Zucchetti Certifica PEC

FAQ

ACCESSO ALLA CASELLA ZUCCHETTI PEC

Cosa è necessario per accedere alla mia casella ZucchettiPec?


L’accesso alla casella di Posta Certificata ZucchettiPec è possibile utilizzando le credenziali – User ID e password – ricevute da Zucchetti.
Se lo si desidera, è possibile identificarsi anche attraverso la combinazione indirizzo di posta e password.
Entrambe le soluzioni possono essere utilizzate per convalidare l’accesso sia attraverso webmail che attraverso client di posta. In fase di configurazione del client, infatti, la User ID può essere sostituita dall’inserimento dell’indirizzo di posta certificata.

Come posso consultare la casella di posta elettronica certificata ZucchettiPec?


ZucchettiPec può essere consultata on-line attraverso la Webmail ZucchettiPec all'indirizzo https://webmail.zucchettipec.it o configurando opportunamente il client di posta.

Posso cambiare la password di accesso a ZucchettiPec?


Puoi modificare la password di accesso a ZucchettiPec ricorrendo all’opzione Account, disponibile sull’interfaccia Webmail.
La funzione di Cambio password ti fornisce le istruzioni per modificarla e le caratteristiche che deve avere per essere accettata dal sistema e per garantire i requisiti minimi di sicurezza che proteggeranno la tua casella PEC.

Come faccio a recuperare la password di accesso a ZucchettiPec?


ZucchettiPec permette di recuperare la Password dimenticata utilizzando una delle tre modalità disponibili:
  • messaggio di posta elettronica alla mail indicata in fase di prima registrazione/ulteriore accesso alla casella ZucchettiPec;
  • invio di un codice di sblocco, via SMS, al numero di cellulare indicato in fase di prima registrazione/ulteriore accesso alla casella ZucchettiPec;
  • risposta alla domanda segreta fornita in fase di prima registrazione/ulteriore accesso alla casella ZucchettiPec.
Le possibili opzioni vengono suggerite dalla funzione Non riesco ad accedere disponibile sulla pagina di accesso al servizio.
E’ necessario aver memorizzato le Informazioni di sicurezza in fase di primo accesso al servizio ovvero averle impostate nella sezione Account nel corso di un successivo accesso a ZucchettiPec.
Qualora non siano state inserite le Informazioni di Sicurezza, è necessario seguire la procedura off-line utilizzando il modulo forzatura password presente nella sezione Documenti.

Una volta compilato, puoi scegliere se:
  • inviarlo via fax al n° 0371 5942632 con una copia fronte/retro di un tuo documento d’identità;
  • inviarlo via mail all’indirizzo zucchetticertifica@zucchettipec.it dopo averlo sottoscritto con firma digitale.
Normalmente, occorrono circa 3 giorni lavorativi dal ricevimento del fax/mail per evadere le richieste.

Se qualcuno entra in possesso della mia user-id e password posso bloccare l’utilizzo a estranei della mia casella di posta?


Per bloccare l’utilizzo di user-id e password da parte di altri è sufficiente cambiare la password, accedendo a Webmail ed entrando nelle Opzioni.

Devo avere una Business Key per utilizzare la casella ZucchettiPec?


No, non è necessario; l’utilizzo è facoltativo. La Business Key Zucchetti può comunque essere utile per attribuire paternità certa alla comunicazione firmando il messaggio o un documento allegato.

 

INFORMAZIONI DI SICUREZZA

Che cosa sono le Informazioni di Sicurezza?


Le Informazioni di sicurezza permettono di attivare la procedura automatica di recupero di una nuova password nel caso venga dimenticata quella utilizzata.
Nell’area dedicata alle Informazioni di sicurezza viene chiesto di inserire la domanda e la risposta “segreta”, un indirizzo mail alternativo e un numero di cellulare che verranno utilizzati, in caso di necessità, per completare la procedura di rilascio della nuova password.

Come posso inserire o modificare le Informazioni di Sicurezza della mia casella?


Dopo aver eseguito l’accesso alla casella ZucchettiPec, procedere con un clic sulla funzione Account.
La scheda proposta consente di inserire o modificare le Informazioni di Sicurezza ovvero di modificare la Password di accesso con un clic sull’etichetta superiore.

Perché quando accedo alla Webmail il sistema mi chiede di inserire le Informazioni di Sicurezza?


Perché non sono state ancora inserite: quando le Informazioni di Sicurezza saranno memorizzate nel sistema, la richiesta non sarà più presentata.

 

RICEVUTE

Perché quando invio un messaggio ZucchettiPec ricevo due messaggi “Ricevute”?


La normativa sulla Posta Elettronica Certificata prevede la generazione di due messaggi con valore legale, la ricevuta di Accettazione e la ricevuta di Consegna che, in modo automatico, vengono inviati dai gestori PEC al mittente.

Che cosa è la Ricevuta di Consegna?


Quando un messaggio ZucchettiPec viene consegnato alla casella PEC del destinatario, il gestore PEC del destinatario genera un messaggio automatico che viene inviato al mittente e certifica la ricezione del messaggio. La ricevuta di Consegna è firmata digitalmente dal gestore PEC del destinatario, riporta la data e l’ora esatta dell’evento (attestazione temporale), l’oggetto del messaggio, i dati del mittente e del destinatario ed inoltre, in allegato, il messaggio originario.
La ricevuta di Consegna costituisce prova legale dell’avvenuta consegna del messaggio al destinatario, opponibile a terzi in caso di contenzioso. La ricevuta di Consegna non esiste nel caso un messaggio ZucchettiPec venga inviato ad un destinatario non PEC.

Che cosa è la Ricevuta di Accettazione?


Quando viene inviato un messaggio, il sistema ZucchettiPec genera automaticamente la ricevuta di accettazione che viene inviata al mittente e certifica la presa in carico e l’inoltro del messaggio di PEC all’indirizzo destinatario. La ricevuta di accettazione è firmata digitalmente dal gestore PEC Zucchetti, riporta la data e l’ora esatta dell’evento (attestazione temporale), l’oggetto del messaggio e i dati del mittente e del destinatario.
La ricevuta di Accettazione costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio, opponibile a terzi in caso di contenzioso. La ricevuta di Accettazione è generata anche se l’invio è effettuato ad un destinatario non PEC.

Per ogni messaggio inviato ottengo sempre la ricevuta di Accettazione e quella di Consegna?


Il sistema di posta certificata invia una ricevuta di Accettazione solo se il messaggio inviato è corretto, in particolare è privo di virus informatici, la casella mittente è corretta e non ci sono destinatari in copia nascosta. I sistemi di posta certificata rilasciano la ricevuta di Consegna per ogni destinatario con casella di posta certificata per cui il messaggio è stato effettivamente consegnato.
La ricevuta di Consegna, a meno di richieste particolari da parte del mittente, contiene tutto il messaggio consegnato se il destinatario è diretto (non è in copia conoscenza).

 

SICUREZZA

Quali garanzie fornisce la firma elettronica dell’utente applicata ad un messaggio di posta elettronica o ad un documento allegato?


Ci sono due tipi di firme, utilizzabili anche congiuntamente, ed entrambe garantiscono l’integrità dell’oggetto firmato: se il destinatario verifica che la firma è corretta, è sicuro che nessuno ha alterato l’oggetto dopo l’apposizione della firma. Tuttavia le firme sul messaggio e sul documento allegato hanno valori diversi.
La firma del messaggio, apposta con certificato di autenticazione, garantisce l’integrità del messaggio e può essere verificata dai principali strumenti utilizzati per la consultazione della posta elettronica: Outlook, Thunderbird. E’ importante che il certificato contenga il nome della casella utilizzata per l’invio, altrimenti alcuni strumenti segnalano un problema di coerenza nella firma.
La firma digitale apposta su un documento allegato ad un messaggio non garantisce solo l’integrità del documento stesso ma fornisce anche la garanzia più completa dal punto di vista legale sulla paternità del documento. La verifica della firma può essere effettuata con il software gratuito FirmaCheck.
E’ importante, in fase di verifica della firma, che il sistema controlli anche le liste di revoca dei certificati per essere sicuri che siano ancora validi.

La PEC è in grado di garantire l’identità della mia casella?


Sì, in quanto è assicurata l’inalterabilità dell’indirizzo associato alla casella dalla quale si effettua l’invio del messaggio.

È possibile che un messaggio di posta elettronica inviato con ZucchettiPec non venga consegnato?


ZucchettiPec prevede particolari accorgimenti di sicurezza ed offre notevoli garanzie di affidabilità. Tuttavia possono verificarsi mancati recapiti dovuti a vari motivi, per esempio se la casella di destinazione non ha spazio disponibile o se il messaggio contiene dei virus informatici. Inoltre la posta elettronica passa attraverso internet, a meno che il destinatario non usi lo stesso sistema di posta del mittente.
Quindi non è possibile garantire in modo assoluto che un messaggio verrà sicuramente recapitato a destinazione. Infine va sottolineato che la consegna non è certa se il destinarlo del messaggio ha una casella di posta elettronica NON certificata. Per questi motivi rivestono particolare importanza le ricevute: con la ricevuta di Consegna di posta certificata si può essere certi che il messaggio è stato consegnato alla casella destinataria.

Se perdo un messaggio o una ricevuta posso recuperare presso Zucchetti una copia valida ai fini legali?


Solo se è stato attivato e opportunamente configurato l’Archivio di Sicurezza per il salvataggio automatico della corrispondenza. In questo caso tramite Webmail è possibile recuperare i messaggi salvati. Altrimenti, se non è stato chiesto il salvataggio o non è stato configurato per salvare la particolare tipologia di messaggi/ricevute, il sistema ZucchettiPec non è in grado di fornire una copia. Infatti, in osservanza delle norme sulla privacy, il sistema non mantiene una copia completa dei messaggi per un tempo superiore a quello necessario per l’espletamento del servizio.
Quindi se non si utilizza l’Archivio di Sicurezza è molto importante salvare accuratamente i messaggi e soprattutto le ricevute di posta certificata. Infine si ricorda che il sistema conserva per 30 mesi una traccia di ogni messaggio in transito con alcune informazioni, tra cui: mittente, destinatari, oggetto, data e ora di spedizione / consegna. Queste informazioni sono opponibili ai terzi.

Se il destinatario non riconosce legalmente il fatto di aver ricevuto il messaggio PEC da me inviato può intervenire Zucchetti?


Nel caso in cui mittente e destinatario abbiano caselle di Posta Elettronica Certificata, il mittente dovrebbe conservare la ricevuta di Consegna che attesta, con firma del sistema destinatario, queste informazioni: mittente, destinatario, data e ora di consegna del messaggio e contenuto del messaggio (per i destinatari diretti, non per quelli in copia conoscenza). Questa ricevuta ha valore, come stabilito dalla normativa vigente.
Se la ricevuta è stata smarrita il sistema di Posta Elettronica Certificata del mittente e quello del destinatario possono comunque fornire le tracce, opponibili ai terzi, del passaggio del messaggio da una casella di posta all’altra (senza fornirne il contenuto) purché il messaggio sia stato spedito da meno di 30 mesi.

Se ricevo un messaggio di Posta Elettronica Certificata, posso negare di averlo ricevuto?


No, in quanto la ricevuta di avvenuta consegna del messaggio, riporta la data e l’ora in cui il messaggio è stato consegnato nella casella di PEC del destinatario e quindi certifica l’avvenuta consegna.

La PEC certifica la lettura del messaggio da parte del destinatario?


No, la trasmissione PEC certifica l’invio del messaggio e la consegna dello stesso nella casella di PEC del destinatario, ma non la lettura.

Se invio un testo riservato con ZucchettiPec qualcuno può intercettare e leggere la mia e-mail?


La posta certificata garantisce la riservatezza delle comunicazioni. In particolare l’accesso alla casella di posta ZucchettiPec e lo scambio di messaggi certificati avviene tramite protocolli di comunicazione sicuri, sia via Outlook e Thunderbird, sia via Webmail. L’invio di messaggi a caselle email non certificate, invece, espone la comunicazione a rischi significativi dal punto di vista della riservatezza. Tuttavia se il mittente e il destinatario possiedono certificati digitali adeguati è possibile crittografare il messaggio in modo da impedirne la lettura a chiunque altro.

Ci sono vincoli per utilizzare la mia firma in Webmail?


Questa funzione può essere utilizzata solo in ambiente Windows.

Perché quando utilizzo la firma dei messaggi appare un avviso?


Quando si richiede la firma di un messaggio il sistema automaticamente controlla se nella stazione di lavoro sono già presenti alcune applicazioni necessarie e, in caso contrario, le installa.
Tuttavia la dimensione complessiva di queste applicazioni (alcuni MB) può comportare un tempo di attesa significativo per chi ha una connessione ad internet non molto veloce . Per questo motivo il sistema, prima di procedere, mostra un avviso e chiede una conferma.
È disponibile anche un’opzione per non vedere ogni volta questo avviso.

 

FUNZIONALITA'

Posso inviare un messaggio certificato a qualsiasi casella di posta elettronica?


Posso inviare un messaggio da una casella ZucchettiPec a qualsiasi casella email, tuttavia questo messaggio viene considerato a tutti gli effetti come un messaggio di Posta Elettronica Certificata solo se anche il destinatario, come il mittente, ha una casella rilasciata da un gestore di posta certificata accreditato presso DigitPA.
Invece se il destinatario ha una casella email normale, ad esempio, non si ottiene la ricevuta di consegna tipica della posta certificata.

Posso modificare il “nome casella” ZucchettiPec già attiva?


Il “nome casella” di una ZucchettiPec già attiva non è più modificabile. E’ possibile acquistare una nuova casella.

Cosa posso fare per non dimenticare la scadenza della mia casella ZucchettiPec?


Per migliorare la fruibilità dei propri servizi di Posta Elettronica Certificata, Zucchetti ti segnala, attraverso l’invio di una mail, l’avvicinarsi della prossima scadenza della casella ZucchettiPec e la possibilità di procedere con un rinnovo.
La mail è inviata all’indirizzo di posta elettronica memorizzato negli archivi Zucchetti insieme agli altri dati necessari per attivare la casella PEC. In ogni caso, la mail rappresenta un servizio di cortesia e non determina alcun obbligo di rinnovo della casella ZucchettiPec.
Se intendi utilizzare ancora i servizi di Posta Elettronica Certificata Zucchetti, puoi decidere di rinnovare la tua casella ZucchettiPec. Altrimenti, puoi lasciarla arrivare a scadenza senza provvedere al rinnovo o revocarla.

Come posso effettuare il rinnovo di ZucchettiPec?


Il rinnovo può essere effettuato da 90 giorni prima della scadenza della casella e, successivamente alla scadenza, per ulteriori 6 mesi.
I passi necessari per il rinnovo sono:
  • accedere alla pagina Gestione PEC
  • cliccare sul pulsante “Rinnova” presente in corrispondenza dell’indirizzo PEC che si desidera rinnovare
  • effettuare il pagamento con Carta di Credito


Quando ricevo un messaggio nella mia casella ZucchettiPec, perché talvolta è presente nell’oggetto anche la scritta “ANOMALIA DI MESSAGGIO”?


Quando una casella ZucchettiPec riceve un messaggio proveniente da una casella ordinaria (non PEC) il sistema ZucchettiPec specifica tale anomalia in quanto la trasmissione del messaggio non è totalmente nel circuito PEC, mancando pertanto i requisiti di validità legale propri dei messaggio PEC to PEC.

Quando ricevo un messaggio nella mia casella ZucchettiPec, perché generalmente è presente nell’oggetto anche la scritta “POSTA CERTIFICATA”?


Quando una casella ZucchettiPec riceve un messaggio proveniente da un’altra casella PEC (ZucchettiPec o di altro gestore) il sistema ZucchettiPec specifica che tale messaggio è effettivamente di PEC e quindi la trasmissione è certificata con piena validità legale.

C’è un limite al numero di destinatari da selezionare ai quali posso inviare lo stesso messaggio?


Si. Il numero massimo di destinatari diretti (TO:) di posta certificata è 250. Il numero massimo di destinatari totali (TO: e CC:) è 500.
Non è prevista dalla norma la possibilità di invio in copia nascosta (CCN).

 

OPZIONI e CONFIGURAZIONI

La mia casella ZucchettiPec riceve anche messaggi di posta ordinaria non PEC?


Si, la configurazione iniziale della casella permette di ricevere sia messaggi PEC che di posta ordinaria. E’ però possibile configurare nelle opzioni della Webmail la “chiusura” della casella alla posta ordinaria; in tal modo verranno rifiutati i messaggi non PEC di posta ordinaria, mentre si potrà continuare ad inviare messaggi a tutte le tipologie di caselle, PEC o non PEC.

Come posso attivare/disattivare il servizio di “Notifica SMS”?


Il servizio Notifica SMS prevede l’invio, una volta al giorno in una fascia oraria stabilita dall’utente, di un messaggio SMS se nella casella sono presenti nuovi messaggi di posta elettronica certificata non ancora letti. Il servizio verifica solo i messaggi in arrivo da utenti di posta certificata; non viene rilevata la presenza di ricevute o di messaggi provenienti da caselle non certificate.
Per l’attivazione iniziale del servizio Notifica SMS, se la propria tipologia di casella lo prevede, occorre seguire i seguenti passi:
  • Accedere a Webmail
  • Entrare nelle Opzioni
  • Selezionare Notifiche SMS
  • Definire il numero di telefono e l’orario in cui si preferisce ricevere l’avviso.
Per completare la procedura di attivazione del servizio, l’utente deve inserire nell’apposito campo il codice di verifica inviato via SMS dal sistema al numero di cellulare indicato.

L’utente può disattivare il servizio in ogni momento, oppure modificare sia il numero di telefono che l’orario in cui ricevere l’avviso.

Come posso attivare il servizio “Archivio di Sicurezza”?


L’Archivio di Sicurezza consente di archiviare automaticamente e selettivamente la corrispondenza in ingresso ed in uscita in un archivio di back-up sicuro.
I messaggi verranno mantenuti in archivio di sicurezza fino alla richiesta di cancellazione da parte dell’utente, indipendentemente dalla loro eliminazione o spostamento dalla casella ZucchettiPec.
Questo permette di recuperare messaggi scaricati dalla casella sulla propria stazione di lavoro e successivamente persi.
L’archiviazione avviene dal momento in cui l’archivio viene attivato. Non è possibile archiviare manualmente messaggi ricevuti prima dell’attivazione dell’archivio o non archiviati perché non corrispondenti ai criteri di archiviazione impostati.

Per l’attivazione iniziale dell’Archivio di Sicurezza occorre configurare il servizio seguendo i seguenti passi:
  • Accedere a webmail ed entrare nelle Opzioni
  • Selezionare la voce Archivio
  • Scegliere se si vogliono salvare tutti i messaggi in arrivo e in uscita o solo alcuni di essi, attivando le opzioni corrispondenti
  • Premere il pulsante Salva
Per consultare i messaggi archiviati selezionare la voce Archivio.

E’ possibile rinominare le cartelle presenti nella mia casella ZucchettiPec?


E’ possibile rinominare le cartelle presenti nella struttura della casella ZucchettiPec con due eccezioni:
  • le cartelle di sistema (Posta inviata, Posta Indesiderata, Bozze, ecc.);
  • le cartelle, create dal titolare della casella, che raccolgono messaggi indirizzati dalle funzioni di Filtro o di Invii Massivi.
Per modificare il nome della cartella si utilizza la funzione Rinomina cartella, disponibile solo quando si seleziona una cartella rinominabile.
Nell’eventualità in cui si desideri rinominare una cartella utilizzata dalla funzione di Filtro, è necessario disattivare il Filtro e, solo successivamente, procedere con la modifica.

Come posso modificare il filtro antispam della mia casella ZucchettiPec?


Dopo aver eseguito l’accesso alla casella ZucchettiPec, procedere con un clic sulla funzione Opzioni e selezionare Antispam.
La scheda Configurazione antispam consente di personalizzare le impostazioni del filtro antispam per la casella di posta certificata e per l’Archivio di sicurezza.
Nel primo caso, è possibile scegliere di cancellare direttamente tutti i messaggi di spam oppure di filtrarli, inoltrandoli automaticamente nella cartella Posta Indesiderata.
Nel secondo caso, posso prevedere di mantenere i messaggi classificati come spam nell’Archivio di sicurezza o di non mantenerli.
Verranno mantenuti nell’Archivio di sicurezza i messaggi considerati spam eventualmente presenti nella cartella Posta Indesiderata.

Perché a volte non riesco a memorizzare il giusto indirizzo nella rubrica?


I messaggi ricevuti da posta certificata, malgrado le apparenze, non sono spediti dal mittente originale ma dal sistema di posta certificata. Quindi, se si intende aggiungere il mittente alla propria rubrica, l’operazione va effettuata nel messaggio allegato (postacert.eml) e non nel messaggio completo ricevuto. Altrimenti, malgrado l’intestazione del nome in rubrica sembri corretta, l’indirizzo inserito in rubrica non risulterà corretto: verrà inserito l’indirizzo del gestore di posta certificata utilizzato dal mittente; in questo modo i messaggi spediti a quell’indirizzo non arriveranno mai alla giusta destinazione.

 

GESTIONE SPAZIO CASELLA

C’è un limite al numero di messaggi che posso ricevere nella mia casella ZucchettiPec?


Il numero non è significativo, è importante lo spazio occupato dai messaggi. La casella ha uno spazio complessivo che viene utilizzato per contenere i messaggi in arrivo, le ricevute e la copia dei messaggi in uscita. E’ importante controllare periodicamente la quantità dello spazio complessivo che rimane ancora disponibile (indicato in Webmail). In ogni caso, il sistema ZucchettiPec avverte con messaggi automatici l’approssimarsi della saturazione dello spazio disponibile.
Se la casella riceve un messaggio più grande dello spazio disponibile il messaggio viene rifiutato e va perso. Quindi è utile lasciare una quantità adeguata di spazio disponibile, scaricando periodicamente i messaggi sulla propria stazione di lavoro o cancellando i messaggi che non servono.

Cosa devo fare se ricevo il messaggio che ho quasi esaurito lo spazio a disposizione per la casella?


La casella di posta ha uno spazio a disposizione che viene usato per memorizzare i messaggi in ingresso ed in uscita e le ricevute. Quando lo spazio rimasto a disposizione è poco oppure è esaurito il sistema non riesce più a memorizzare nuovi messaggi: quindi la posta in arrivo non può essere consegnata in casella e non si può più mantenere una copia della posta in uscita.
Quando lo spazio a disposizione sta per esaurirsi è importante liberare la casella da una parte dei messaggi Il problema di solito non si pone se si utilizza Outlook o Thunderbird che con la configurazione non lascia i messaggi sul server: in questo caso la casella viene svuotata ogni volta che si legge la posta. Il problema è significativo se si utilizza Webmail oppure si utilizza il client configurato per lasciare i messaggi sul server. In questi casi si deve provvedere alla cancellazione di una parte dei messaggi presenti in casella nel sistema ZucchettiPec.

Come posso ricevere i messaggi di posta se lo spazio casella della mia ZucchettiPec è occupato al 100%?


Se lo spazio casella disponibile è inferiore alla dimensione del messaggio che si riceve, il messaggio non viene recapitato in casella.
Per liberare dello spazio casella è sufficiente eliminare qualche messaggio: cliccare sulla vista Opzioni-Generale, selezionare la voce “Quando si elimina un messaggio: cancellalo immediatamente” e cliccare su Salva.
Ora sarà possibile eliminare i messaggi di posta liberando così lo spazio casella e riportarlo ad una quota inferiore al 100%.

Come posso cancellare i messaggi di posta se lo spazio casella della mia ZucchettiPec è occupato al 100%?


Per cancellare i messaggi di posta si procede con un clic sul comando di menu Opzioni e, all’interno della pagina di configurazione Generale, si seleziona l’opzione cancellalo immediatamente posta a fianco di Quando si elimina un messaggio.
L’operazione si conclude con un clic sul pulsante Salva.
Ora sarà possibile eliminare i messaggi di posta liberando così lo spazio casella e riportarlo ad una quota inferiore al 100%. Ricordiamo che se lo spazio casella disponibile è inferiore alla dimensione del messaggio che si riceve, il messaggio non viene recapitato in casella.

 

UTILIZZO CON WEB MAIL

Perché da Webmail non riesco ad aprire gli allegati in formato winmail.dat?


Il formato winmail.dat è una modalità di invio degli allegati tipica e proprietaria dei client Microsoft (Outlook o Outlook Express).
Tali file sono leggibili solo attraverso i client Microsoft e non attraverso la webmail di ZucchettiPec.
Per poterli aprire è quindi necessario configurare l’accesso via client (Outlook o Outlook Express) alla casella PEC Zucchetti.

Perché a volte in Webmail non riesco a cancellare i messaggi dalla casella?


Questo può accadere se si è scelto, nelle opzioni, di mantenere nel cestino i messaggi cancellati e se la casella è piena, o quasi piena. In questo caso bisogna configurare Webmail in modo che cancelli definitivamente i messaggi, senza metterli nel cestino, modificando la scelta in Opzioni - Generale.

Cosa devo fare se non riesco ad entrare nella mia casella ZucchettiPec tramite Webmail?


Verificare se si sta utilizzando un browser internet aggiornato. Verificare che la password sia corretta, rispettando la distinzione tra lettere maiuscole e minuscole.

Perché talvolta Webmail mi chiede due volte la password?


Se si smette di utilizzare Webmail senza cliccare sul pulsante Esci, per esempio chiudendo la finestra del browser internet, Webmail non considera ancora chiusa la sessione di lavoro per altri 30 minuti circa. Se si cerca di accedere nuovamente a Webmail il sistema chiederà due volte la password per avere la conferma che si deve chiudere la sessione ancora aperta prima di avviarne una nuova.

Perché la Webmail non funziona più se smetto di utilizzarla per mezz’ora?


Le politiche di sicurezza di ZucchettiPec chiudono la sessione di lavoro di Webmail se questa rimane inutilizzata per circa mezz’ora. Questo non accade con Outlook o Thunderbird perché questi strumenti si collegano ai sistemi di ZucchettiPec solo quando è necessario ricevere o inviare posta e non tengono aperta una sessione di lavoro.

Cosa devo fare se provando ad aprire un messaggio dalla Webmail il sistema avvisa che il contenuto del messaggio è stato filtrato per motivi di sicurezza?


Tale situazione si verifica quando il messaggio contiene degli elementi che sono stati rimossi in quanto potenzialmente pericolosi per la stazione di lavoro.
Il messaggio completo può comunque essere salvato e visualizzato in locale.

 

UTILIZZO CON CLIENT DI POSTA

Come faccio ad utilizzare la casella di posta certificata ZucchettiPec tramite Outlook, Thunderbird o un altro strumento analogo?


È possibile configurare la casella di posta ZucchettiPec su un client di posta.
Per maggiori dettagli su come eseguire la configurazione è possibile consultare le Guide disponibili nella sezione Documenti, scegliendo quella relativa al proprio client di posta.

Quali sono le differenze principali nell’utilizzo della casella ZucchettiPec da Webmail o da client (Outlook, Thunderbird o altro client)?


La Webmail permette di accedere immediatamente alla propria casella di posta, senza necessità di attività preliminari di configurazione; quindi è lo strumento più adatto per accedere alla casella da stazioni di lavoro diverse dalla propria. Al contrario, strumenti come Outlook, Thunderbird (o altri client) sono più completi, ma richiedono una configurazione iniziale.
La Webmail prevede che i messaggi rimangano sempre nella casella su sistema ZucchettiPec, mentre client di posta come Outlook e Thunderbird possono scaricare i messaggi sulla stazione di lavoro eliminandoli dalla casella nel sistema ZucchettiPec, ma possono anche essere configurati per lasciarli.
Se si usa la Webmail o un client configurato per lasciare i messaggi in casella, è necessario ricordarsi di cancellare periodicamente i messaggi dal server. In caso contrario la casella, raggiungendo i limiti di spazio previsti, non sarà più in grado di ricevere ulteriori messaggi.

Perché, quando utilizzo Outlook, Thunderbird o altro client per consultare la mia casella ZucchettiPec, il messaggio ricevuto non è immediatamente visualizzato ma è un file allegato?


Il numero non è significativo, è importante lo spazio occupato dai messaggi. La casella ha uno spazio complessivo che viene utilizzato per contenere i messaggi in arrivo, le ricevute e la copia dei messaggi in uscita. E’ importante controllare periodicamente la quantità dello spazio complessivo che rimane ancora disponibile (indicato in Webmail). In ogni caso, il sistema ZucchettiPec avverte con messaggi automatici l’approssimarsi della saturazione dello spazio disponibile.
Se la casella riceve un messaggio più grande dello spazio disponibile il messaggio viene rifiutato e va perso. Quindi è utile lasciare una quantità adeguata di spazio disponibile, scaricando periodicamente i messaggi sulla propria stazione di lavoro o cancellando i messaggi che non servono.

Perché, utilizzando Outlook 2003, riscontro alcuni problemi nella gestione dei messaggi PEC?


La versione 2003 di Outlook gestisce in modo non corretto i messaggi firmati (quindi di tutti i messaggi PEC).
Essendo la versione datata, si suggerisce il passaggio ad una versione successiva.